Gruppo Piaggio: risultati al 30 settembre 2016

28 Ott 2016 12:24

Ricavi consolidati 1.031,7 milioni di euro, in crescita del 2,9% (+4,7% a cambi costanti)

(1.002,6 €/mln al 30 settembre 2015)

Ebitda 141,5 milioni di euro, in crescita del 4,3% (+5,5% a cambi costanti)

(135,7 €/mln al 30 settembre 2015)

Ebitda margin 13,7% (13,5% al 30 settembre 2015)

Margine lordo industriale 309,9 milioni di euro, in crescita del 4,5%
(296,5 €/mln al 30 settembre 2015)

Risultato operativo (Ebit) 60,5 milioni di euro, in crescita del 4,2%
(58,1 €/mln al 30 settembre 2015)

Ebit margin 5,9% (5,8% al 30 settembre 2015)

Utile netto 19,2 milioni di euro, in crescita del 4,6%
(18,3 €/mln al 30 settembre 2015)

Posizione finanziaria netta -469,5 milioni di euro,

in miglioramento per 28,6 €/mln rispetto ai -498,1 €/mln al 31 dicembre 2015 e
in miglioramento per 26,3 €/mln rispetto ai -495,8 €/mln al 30 settembre 2015

Venduti nel mondo 411.700 veicoli (+3,9% rispetto ai 396.200 al 30 settembre 2015)

***

Il Gruppo Piaggio rafforza la leadership del mercato europeo delle due ruote
con il 15,5% complessivo e il 25,9% nel settore scooter

Forte crescita dei ricavi nel settore scooter ruota alta anche grazie ai nuovi
Piaggio Liberty e Medley ABS, oltre al Beverly

 

Mantova, 28 ottobre 2016 – Il Consiglio di Amministrazione di Piaggio & C. S.p.A., riunitosi oggi sotto la presidenza di Roberto Colaninno, ha esaminato e approvato il resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2016.

Le performance del Gruppo Piaggio nei primi nove mesi del 2016 sono di segno positivo e hanno registrato il miglioramento di tutti i principali indicatori rispetto al corrispondente periodo 2015.

Andamento economico-finanziario del Gruppo Piaggio al 30 settembre 2016[1]

I ricavi netti consolidati del Gruppo nei primi nove mesi del 2016 sono stati pari a 1.031,7 milioni di euro, in crescita dell’2,9% (+4,7% a cambi costanti) rispetto ai 1.002,6 milioni di euro al 30 settembre 2015.

I ricavi hanno registrato una crescita per tutte le principali linee di business del Gruppo, consuntivando un fatturato nel settore delle due ruote pari a 730 milioni di euro, in crescita del 4,1% rispetto ai 701,1 milioni di euro al 30 settembre 2015 inclusi ricambi e accessori. Nel settore dei veicoli commerciali il fatturato si è attestato a 301,7 milioni di euro, inclusi ricambi e accessori, sostanzialmente stabile rispetto ai 301,5 milioni di euro al 30 settembre 2015.

A livello di aree geografiche la crescita dei ricavi nelle aree Emea e Americas (+4,9%) ed Asia Pacific (+3,1%) ha più che compensato la flessione registrata in India a causa di un effetto cambio sfavorevole (-2,0%; +3,3% a cambi costanti). Particolarmente positiva la performance ottenuta nei principali Paesi asiatici gestiti da Piaggio Vietnam, dove è stata segnata una crescita del fatturato di circa il 40% al 30 settembre 2016, segno evidente delle enormi potenzialità in corso di sviluppo dell’Area.

Il margine lordo industriale al 30 settembre 2016 è stato pari a 309,9 milioni di euro, con un incremento del 4,5% rispetto a 296,5 milioni di euro registrati nel corrispondente periodo dello scorso anno. L’incidenza del margine lordo industriale sul fatturato netto è pari al 30%, in incremento rispetto al 29,6% al 30 settembre 2015. Gli ammortamenti inclusi nel margine lordo industriale sono pari a 26,9 milioni di euro (28,2 milioni di euro dei primi nove mesi del 2015).

Le spese operative sostenute nel corso dei prime nove mesi del 2016 sono risultate pari a 249,4 milioni di euro (238,4 milioni di euro al 30 settembre 2015). Nelle Spese operative sono compresi ammortamenti che non rientrano nel margine lordo industriale per 54,1 milioni di euro (49,4 milioni di euro nei primi nove mesi del 2015).

L’evoluzione del conto economico sopra descritta porta a un EBITDA consolidato di 141,5 milioni di euro, in crescita del 4,3% (+5,5% a cambi costanti)rispetto ai 135,7 milioni di euro registrati al 30 settembre 2015, e ad un  EBITDA margin pari al 13,7% (in incremento rispetto al 13,5% al 30 settembre 2015).

Il risultato operativo (EBIT) nei primi nove mesi del 2016 è stato pari a 60,5 milioni di euro, in crescita del 4,2% rispetto ai 58,1 milioni al 30 settembre 2015. L’EBIT margin è pari al 5,9% (5,8% al 30 settembre 2015).

Al 30 settembre 2016 il Gruppo Piaggio ha registrato un risultato ante imposte pari a 33,6 milioni di euro, in crescita del 10,1% rispetto ai 30,5 milioni del corrispondente periodo del 2015. Le imposte di periodo sono state pari a 14,5milioni di euro, con un’incidenza del 43% sul risultato ante imposte.

I primi nove mesi del 2016 si sono chiusi con un utile netto di 19,2 milioni di euro, in crescita del 4,6% rispetto ai 18,3 milioni di euro registrati al 30 settembre 2015.

L’indebitamento finanziario netto (PFN) al 30 settembre 2016 si è attestato a 469,5 milioni di euro,in miglioramento per 28,6 milioni di euro rispetto al dato di fine esercizio 2015 (498,1 milioni di euro) e per 26,3 milioni di euro rispetto al dato al 30 settembre 2015 (495,8 milioni di euro).

Il patrimonio netto del Gruppo al 30 settembre 2016 ammonta a 393,2 milioni di euro (404,3 milioni di euro al 31 dicembre 2015).

Al 30 settembre 2016 il Gruppo Piaggio ha consuntivato investimenti per 65,7 milioni di euro (68,2 milioni di euro al 30 settembre 2015), di cui 35,5 milioni di euro in spese per Ricerca e Sviluppo (39,9 milioni di euro al 30 settembre 2015) e circa 30,2milioni di euro in immobilizzazioni materiali e immateriali (28,3 milioni di euro al 30 settembre 2015).

L'organico complessivo del Gruppo Piaggio al 30 settembre 2016è pari a 7.197 dipendenti. I dipendenti italiani del Gruppo si attestano a 3.585 unità, dato sostanzialmente stabile rispetto al corrispondente periodo del precedente esercizio.

L'andamento dei business al 30 settembre 2016

Nel corso dei primi nove mesi del 2016 il Gruppo Piaggio ha venduto complessivamente nel mondo 411.700 veicoli, in incremento del 3,9% rispetto alle 396.200 unità del corrispondente periodo del 2015.

Al 30 settembre 2016 il Gruppo ha venduto nel mondo 266.400 veicoli a due ruote (in incremento del 6,1% rispetto a 251.000 al 30 settembre 2015), per un fatturato netto di 730 milioni di euro in crescita del 4,1% rispetto ai 701,1 milioni di euro nel corrispondente periodo dello scorso anno. Il dato include anche i ricambi e accessori, che hanno consuntivato un fatturato pari a 97,4 milioni di euro (in linea con il risultato al 30 settembre 2015).

Ai ricavi delle due ruote ha positivamente contribuito anche la commercializzazione della bicicletta a pedalata assistita Piaggio Wi-Bike, un chiaro esempio del lavoro e degli sviluppi che sta compiendo il Gruppo nel campo dei veicoli elettrici.

Nei primi nove mesi del 2016 il Gruppo Piaggio ha rafforzato ulteriormente la propria leadership nel mercato europeo delle due ruote, consuntivando una quota di mercato complessiva del 15,5% (rispetto al 15,1% al 30 settembre 2015) e una quota del 25,9% nel solo settore scooter. Il posizionamento del Gruppo rimane inoltre particolarmente forte sul mercato nordamericano dello scooter, con una quota del 18,9%. In tale mercato il Gruppo è impegnato a rafforzare ulteriormente la propria presenza anche sul segmento moto attraverso i brand Aprilia e Moto Guzzi.

Nel settore scooter si segnalano principalmente i risultati ottenuti dal Gruppo Piaggio nel segmento ruota alta, in cui ha registrato a livello globale ricavi in forte crescita principalmente grazie al Nuovo Piaggio Liberty, al Beverly e al nuovo Piaggio Medley ABS, che si è inserito nel segmento di mercato incrementando la quota per i veicoli del Gruppo.

Il brand Vespa ha rafforzato la propria presenza nel mercato europeo, dove ha registrato una crescita dei ricavi del 3,6%.

Il brand Aprilia lo scorso agosto ha fatto il suo ingresso nel mercato indiano degli scooter (il più grande mercato al mondo con oltre 5 milioni di veicoli venduti ogni anno, in crescita del 22% nei primi nove mesi del 2016 rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente), con la commercializzazione di Aprilia SR 150, scooter sportivo venduto al prezzo competitivo di 65.000 rupie (circa 880 euro). A settembre 2016 ne sono state vendute circa 3.000 unità, e per i restanti mesi dell’anno si prevede una accelerazione delle vendite.

Bene anche il settore moto del Gruppo, grazie all’incremento delle vendite delle Moto Guzzi dell’8% generato anche dalle nuove V9 Roamer e Bobber e dalle prime vendite dell’MGX-21, la grande cruiser total black presentata ad agosto in anteprima mondiale al 76° Sturgis Motorcycle Rally e che ha riscontrato grande apprezzamento tra utenti e stampa internazionale. Analizzando il brand Aprilia si segnala principalmente la crescita registrata dalle supersportive della famiglia Tuono V4, che hanno segnato un incremento delle vendite del 43,4%. Inoltre la Casa di Noale è stata tra i protagonisti del salone tedesco delle due ruote Intermot, che si è svolto i primi di ottobre a Colonia, presentando la nuova Aprilia Tuono 125 e l’Aprilia RS 125 my 2017, che permetteranno di rafforzare la presenza nel segmento di mercato delle 125cc, ad oggi tra quelli in più forte crescita (+33,3% a settembre in Italia, YoY – dati Ancma).

Nel settore dei veicoli commerciali le vendite sono state pari a 145.300 veicoli (145.100 unità al 30 settembre 2015) per un fatturato netto pari a 301,7 milioni di euro (301,5 milioni di euro al 30 settembre 2015). Il dato include i ricambi e accessori, che hanno registrato vendite per 33,1 milioni di euro (+5,6% rispetto ai 31,4 milioni di euro del corrispondente periodo del 2015). Nel mercato indiano dei veicoli commerciali a tre ruote, la consociata PVPL si attesta su una quota complessiva del 28,3% e conferma la leadership nel segmento trasporto merci (Cargo) con una quota di mercato del 51,2%. Si segnala inoltre il recente rafforzamento della presenza del Gruppo nel mercato Latino Americano grazie all’avvio della commercializzazione della nuova Ape City e Ape Romanza in Messico. Entro fine 2016 tali veicoli saranno esportati anche in Perù, Colombia, Guatemala e Honduras, Paesi nei quali Ape è già presente con modelli precedenti e con versioni destinate al trasporto merci o adattabili a negozi ambulanti.

Nei primi nove mesi del 2016 l’hub produttivo PVPL ha inoltre esportato nel mondo complessivamente 15.300 veicoli commerciali a tre ruote. Tali vendite sono state consolidate in parte all’interno dall’area EMEA ed Americas e in parte all’interno dell’area India, in funzione delle diverse responsabilità nella gestione dei singoli mercati di sbocco.

Eventi di rilievo dei primi nove mesi del 2016

A integrazione di quanto comunicato in sede di approvazione dei risultati al 30 giugno 2016 (Consiglio di Amministrazione del 29 luglio 2016):

Il 7 luglio il Gruppo Piaggio ha siglato importanti accordi per la commercializzazione dei brand Vespa e Piaggio in Brasile, Argentina e Uruguay.

Il 7 luglio inoltre sono state presentate le nuove versioni di Vespa Primavera e Vespa Sprint equipaggiate con il nuovo motore Piaggio I-Get conforme alla normativa Euro4. Si distinguono per l’allestimento più ricco, che comprende il sistema di frenata ABS, ora di serie su tutte le versioni 125 e 150cc e la presa USB.

Il 14 luglio il Gruppo Piaggio ha annunciato di aver proseguito il percorso di crescita sui mercati in forte sviluppo e caratterizzati da grandi volumi con l’ingresso nel mercato indiano degli scooter con il brand Aprilia. A partire dal mese di agosto infatti è stata avviata la commercializzazione del nuovo scooter sportivo Aprilia SR 150 in India al prezzo competitivo di 65.000 rupie (circa 880 euro).

Ad agosto Moto Guzzi ha partecipato al 76° Sturgis Motorcycle Rally (8 – 14 agosto), uno dei più grandi raduni mondiali di due ruote, presentando in anteprima la nuova MGX-21. Moto Guzzi MGX-21 è una grande cruiser con bicilindrico trasversale a V di 90° da 1400 cc, allestita con sistemi elettronici di supporto alla guida di ultima generazione e caratterizzata dalla colorazione total black in carbonio con le teste dei cilindri rosse, dallo scudo frontale e dalla grande ruota anteriore da 21”.

L’11 agosto il Gruppo Piaggio ha comunicato d’aver implementato la rete distributiva nel mercato indiano e Asia Pacific (c.d. APAC) inaugurando 12 nuovi Motoplex, gli store multibrand del Gruppo. Con tali aperture sono saliti a 140 i Motoplex del Gruppo Piaggio aperti nel mondo suddivisi tra i mercati dell’area Emea, quelli dell’APAC (inclusa l’India) e le Americhe, che affiancano la rete distributiva tradizionale.

Eventi di rilievo successivi al 30 settembre 2016

Il 4 ottobre il Gruppo Piaggio ha partecipato al salone tedesco delle due ruote Intermot presentando importanti novità riguardanti sia Aprilia e Moto Guzzi, i marchi motociclistici del Gruppo, sia Vespa. In particolare sono state svelate l’Aprilia Tuono 125, l’Aprilia RS 125 my 2017, la Moto Guzzi Audace Carbon e la nuova Vespa GTS equipaggiata con il motore I-Get raffreddato a liquido nelle cilindrate 125 e 150cc.

Il 10 ottobre il Gruppo Piaggio, in linea con il piano di espansione e rafforzamento della propria presenza nei mercati del Sud America, ha avviato in Messico la commercializzazione di Ape, il celebre veicolo a tre ruote. In Messico Ape è stata lanciata nelle nuove versioni Ape City e Ape Romanza, destinate al trasporto di persone. Entro la fine del 2016 ne è prevista la commercializzazione anche in Perù, Colombia, Guatemala e Honduras, Paesi nei quali Ape è già presente con modelli precedenti e con versioni destinate al trasporto merci o adattabili a negozi ambulanti.

Il 24 ottobre Piaggio & C. S.p.A. ha reso noto d’aver sottoscritto con Alba Leasing un contratto di leasing del valore di 12,8 milioni di euro con scadenza nel 2026 per il finanziamento del nuovo Stabilimento automatizzato di verniciatura situato a Pontedera. Per il Gruppo Piaggio il contratto si inserisce fra le costanti azioni di ottimizzazione della struttura del debito, anche tenuto conto delle opportunità attualmente offerte da un contesto di mercato favorevole, attraverso l’allungamento della durata media del debito e la diversificazione delle fonti di finanziamento.

* * *

Evoluzione prevedibile della gestione

In un contesto macroeconomico caratterizzato da un probabile rafforzamento della ripresa economica globale, su cui comunque permangono incertezze legate alla velocità della crescita europea e a rischi di rallentamento in alcuni paesi del Far East asiatico, il Gruppo dal punto di vista commerciale e industriale si impegna a:

  • confermare la posizione di leadership nel mercato europeo delle due ruote, sfruttando al meglio la ripresa prevista attraverso:
  • un ulteriore rafforzamento della gamma prodotti, puntando alla crescita delle vendite e dei margini nel settore degli scooter a ruota alta con i nuovi veicoli Liberty e Medley e nel settore della moto, grazie alle rinnovate gamme Moto Guzzi e Aprilia e all’ingresso nel mercato delle biciclette elettriche, con la nuova Piaggio Wi-Bike;
  • il mantenimento delle attuali posizioni sul mercato europeo dei veicoli commerciali;
  • consolidare la presenza  nell’area Asia Pacific, esplorando nuove opportunità nei segmenti delle moto di media cilindrata e replicando la strategia premium vietnamita in tutta la regione, con particolare attenzione al mercato cinese;
  • rafforzare le vendite nel mercato indiano dello scooter focalizzandosi sull’incremento dell’offerta di prodotti Vespa e sull’introduzione, con gli altri brand del Gruppo, di nuovi modelli nei segmenti premium scooter e moto;
  • incrementare le vendite dei veicoli commerciali in India e nei paesi emergenti puntando ad un ulteriore sviluppo dell’export mirato ai mercati africani e dell’America latina.

* * *

Conference call con gli analisti

La presentazione relativa ai risultati finanziari al 30 settembre 2016, che verrà illustrata nel corso della conference call con gli analisti finanziari, è disponibile sul sito corporate della Società al link www.piaggiogroup.com/it/investor nonché presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato “eMarket Storage” consultabile al sito www.emarketstorage.com.

* * *

 

Di seguito vengono proposti i prospetti di Conto economico consolidato, della Situazione patrimoniale-finanziaria consolidata e del Rendiconto finanziario consolidato del Gruppo Piaggio al 30 settembre 2016.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Alessandra Simonotto attesta, ai sensi del comma 2 dell'art. 154 bis del D.Lgs. n. 58/1998 (T.U.F.), che l'informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

* * *

 

In linea con quanto raccomandato dalla Comunicazione CESR/05-178b si precisa che nell'ambito del presente comunicato sono riportati alcuni indicatori che, ancorché non previsti dagli IFRS ("Non-GAAP Measures"), derivano da grandezze finanziarie previste dagli stessi. Tali indicatori - che sono presentati al fine di consentire una migliore valutazione dell'andamento della gestione di Gruppo - non devono essere considerati alternativi a quelli previsti dagli IFRS e sono omogenei con quelli riportati nella Relazione e bilancio annuale al 31 dicembre 2015 e nella reportistica trimestrale e semestrale periodica del Gruppo Piaggio. Si ricorda, inoltre, che le modalità di determinazione di tali indicatori ivi applicate, poiché non specificamente regolamentate dai principi contabili di riferimento, potrebbero non essere omogenee con quelle adottate da altri e, pertanto, questi indicatori potrebbero risultare non adeguatamente comparabili.  In ottemperanza alla Comunicazione Consob n. 9081707 del 16 settembre 2009 si precisa che gli indicatori alternativi di performance (“Non-GAAP Measures”) non sono stati oggetto di verifica da parte della società di revisione.

Il presente comunicato può contenere dichiarazioni previsionali, relative a eventi futuri e risultati operativi, economici e finanziari del Gruppo Piaggio. Le suddette previsioni hanno per loro natura una componente di rischiosità ed incertezza, in quanto dipendono dal verificarsi di eventi e sviluppi futuri. I risultati effettivi potranno discostarsi in misura anche significativa rispetto a quelli annunciati in relazione a una pluralità di fattori.



[1] Gli indicatori alternativi di performance più rilevanti utilizzati e rappresentanti quanto monitorato dal Management del Gruppo Piaggio sono i seguenti:

  • EBITDA: definito come risultato operativo (EBIT) al lordo degli ammortamenti e costi di impairment delle attività immateriali e materiali, così come risultanti dal Conto economico consolidato;
  • Margine lordo industriale: definito come la differenza tra i ricavi netti e il costo del venduto;
  • Posizione finanziaria netta: rappresentata dal debito finanziario lordo, ridotto della cassa e delle altre disponibilità liquide equivalenti, nonché degli altri crediti finanziari correnti. Non concorrono, invece, alla determinazione della Posizione Finanziaria Netta le altre attività e passività finanziarie originate dalla valutazione al fair value, gli strumenti finanziari derivati designati di copertura e non, l’adeguamento al fair value delle relative poste coperte ed i relativi ratei.

AddToAny

Share on...
28/10/2016 12:30