Il V4 a 65° Aprilia vince anche in campo automobilistico

24 Lug 2017 15:26

LO STRAORDINARIO PROPULSORE CHE EQUIPAGGIA LA SUPERBIKE RSV4 HA ESORDITO CON UNA VITTORIA NEL CAMPIONATO FORMULA X ITALIAN SERIES

 Il V4 a 65° Aprilia vince anche in campo automobilistico

POLE POSITION CON RECORD E VITTORIA: YARIN STERN, SU MONOPOSTO GRIIIP G1 MOTORIZZATA APRILIA, HA TRIONFATO A VARANO DE’ MELEGARI

Noale, 15 giugno 2017 - Lo straordinario 1000cc Aprilia quattro cilindri a V stretta che ha contribuito a rendere Aprilia RSV4 una delle moto più vincenti in assoluto nella storia della Superbike, scrivendo inoltre una storia eccezionale nell’ambito del prodotto di serie, debutta nel mondo delle competizioni automobilistiche, e lo fa nel modo che gli è più congeniale: vincendo.

Spinta dal V4 Aprilia, la monoposto Griiip G1 ha esordito lo scorso 4 giugno nel campionato Formula X Italian Series, sul circuito di Varano de’ Melegari.

Ed è stato un debutto eccezionale, che ha visto il ventunenne pilota israeliano Yarin Stern centrare subito la pole position con tanto di nuovo record della pista per la G1 (1’04”2). In gara è arrivata una vittoria esaltante: dopo una partenza che lo aveva relegato in decima posizione al via, Stern si è reso protagonista di una rimonta eccezionale, fino al trionfo ottenuto con un sorpasso all’ultimo giro.

L’inedita applicazione di un propulsore unico al mondo per configurazione, con l’angolo tra le bancate di 65°, soluzione individuata dal reparto Ricerca e Sviluppo di Aprilia come ideale per ottenere una ciclistica di riferimento che ne possa di conseguenza esaltare le eccezionali prestazioni, nasce dalla scelta dell’azienda israeliana Griiip di adottarlo sulla propria monoposto G1 e conferma Aprilia Racing nel ruolo di piattaforma tecnologica più avanzata del Gruppo Piaggio, capace di trasferire competenze e innovazione anche in campo automobilistico.

Il V4 a 65° Aprilia vince anche in campo automobilistico

Realizzata in Italia, la Griiip G1 è una monoposto con telaio tubolare sviluppata espressamente per essere equipaggiata con un motore motociclistico e pensata per dare una più ampia possibilità agli appassionati di avvicinarsi alle competizioni automobilistiche, mantenendo un rapporto costi/prestazioni estremamente favorevole. L’unicità del progetto è data innanzitutto dal montaggio del propulsore V4 in senso longitudinale - con trasmissione cardanica con differenziale -, tipico delle vetture a ruote scoperte da competizione, mentre generalmente queste piccole monoposto montano motori in linea in modo trasversale e con trasmissione finale a catena.

Lubrificazione e raffreddamento del motore sono garantiti anche nelle più critiche condizioni di elevata accelerazione laterale in curva, grazie a un sistema dedicato che prevede un gruppo di lubrificazione di recupero olio.

La presa d’aria dinamica con airbox maggiorato e il sistema di scarico 4 in 2 in 1 completano l’applicazione del motore RSV4 sulla vettura da competizione.

Assieme a Griiip Aprilia Racing intende continuare a sviluppare questa particolare applicazione introducendo upgrade di motore fino a raggiungere la configurazione SBK, al fine di aumentare la prestazione globale della vettura e le performance. Aggiornamenti sono previsti anche sul fronte dell’elettronica, sia in termini di hardware sia di software, per adattarla a un utilizzo prettamente automobilistico da competizione.

Griiip, che recentemente ha presentato la G1 al LiveWorx di Boston, conferenza globale dedicata alla tecnologia e marketplace di soluzioni progettate per un mondo intelligente e interconnesso, ha in previsione di realizzare altre dodici monoposto equipaggiate con il V4 di Noale e continuerà a prendere parte alla Formula X Italian Series, campionato aperto a monoposto e Sport prototipi che intende introdurre un nuovo concetto di automobilismo sportivo, avvincente e a basso costo.

La grande prestazione messa in mostra dalla G1 equipaggiata con il V4 Aprilia dimostra ulteriormente la grande versatilità di un motore estremamente compatto e leggero, in grado di garantire un livello di performance assoluto. Un propulsore che nella sua storia ha permesso al prodotto di serie di dominare nelle prove comparative della stampa specializzata di tutto il mondo, che ha conquistato sette titoli iridati nel mondiale Superbike, con l’ulteriore doppio suggello - nella stagione 2015 - della vittoria dei titoli Piloti e Costruttori nella FIM CUP Superstock 1000 e persino di arrivare a competere nel Mondiale MotoGP nella versione a valvole pneumatiche.

Il V4 a 65° Aprilia vince anche in campo automobilistico

AddToAny

Share on...
24/07/2017 15:32