F) Gestione del rischio finanziario

In questa sezione vengono descritti i rischi finanziari a cui è esposto il Gruppo e come questi potrebbero influenzare i risultati futuri.

42. Rischio credito

Il Gruppo considera la propria esposizione al rischio di credito essere la seguente:

 

Al 31 dicembre
201
5

Al 31 dicembre
201
4

In migliaia di euro



Disponibilità bancarie

95.913

92.211

Titoli

5.464

5.941

Crediti finanziari

26.873

19.112

Altri crediti

42.957

50.396

Crediti tributari

27.018

39.148

Crediti commerciali

80.944

74.220

Totale

279.169

281.028

Il Gruppo monitora o gestisce il credito a livello centrale per mezzo di policy e linee guida formalizzate. Il portafoglio dei crediti commerciali non presenta concentrazioni di rischio di credito in relazione alla buona dispersione verso la rete dei nostri concessionari o distributori. In aggiunta la maggior parte dei crediti commerciali ha un profilo temporale di breve termine. Per ottimizzare la gestione, la Società ha in essere con alcune primarie società di factoring programmi revolving di cessione pro-soluto dei crediti commerciali sia in Europa che negli Stati Uniti d’America.

43. Rischi finanziari

I rischi finanziari a cui il Gruppo è esposto sono il Rischio di Liquidità, il Rischio di Cambio, il Rischio di Tasso d’Interesse e il Rischio di Credito.
La gestione di tali rischi, al fine di ridurre i costi di gestione e le risorse dedicate, è centralizzata e le operazioni di tesoreria sono svolte nell’ambito di policy e linee guida formalizzate, valide per tutte le società del Gruppo.

Rischio di Liquidità e gestione dei capitali

Il rischio di liquidità deriva dall’eventualità che le risorse finanziarie disponibili non siano sufficienti a coprire, nei tempi e nei modi dovuti, gli esborsi futuri generati da obbligazioni finanziarie e/o commerciali. Per far fronte a tale rischio i flussi di cassa e le necessità di linee di credito del Gruppo sono monitorati o gestiti centralmente sotto il controllo della Tesoreria di Gruppo con l’obiettivo di garantire un’efficace ed efficiente gestione delle risorse finanziarie oltre che di ottimizzare il profilo delle scadenze del debito.
Inoltre, la Capogruppo finanzia le temporanee necessità di cassa delle società del Gruppo attraverso l’erogazione diretta di finanziamenti a breve termine regolati a condizioni di mercato o per il tramite di garanzie. Tra la Capogruppo e le società europee è anche attivo un sistema di cash pooling zero balance che consente l’azzeramento quotidiano dei saldi attivi e passivi delle subsidiaries, con il risultato di avere una più efficace ed efficiente gestione della liquidità in area euro.

Al 31 dicembre 2015 le più importanti fonti di finanziamento irrevocabili fino a scadenza concesse alla Capogruppo comprendono:

  • un prestito obbligazionario da €/000 250.000 che scade nell’aprile 2021;
  • un prestito obbligazionario da $/000 75.000 che scade nel luglio 2021;
  • una linea di credito da €/000 2500.000 articolata da Revolving Credit Facility di €/000 175.000 che scade nel luglio 2018 ed un finanziamento di €/000 75.000 che scade nel luglio 2019;
  • una Revolving Credit Facility da €/000 10.000, che scade nel gennaio 2017;
  • un finanziamento da €/000 10.000 che scade nel dicembre 2018;
  • un finanziamento da €/000 25.000 che scade nel giugno 2019;
  • un finanziamento da €/000 10.714 che scade nel febbraio 2016;
  • un finanziamento da €/000 43.636 che scade nel dicembre 2019;
  • un finanziamento da €/000 70.000 che scade nel 20231

[1]Sottoscritto il 3 dicembre 2015 e non utilizzato alla data di chiusura del bilancio.

Altre società del Gruppo dispongono inoltre dei seguenti finanziamenti irrevocabili:

  • un finanziamento da €/000 6.520 che scade nel luglio 2018;
  • un finanziamento da €/000 12.122 che scade nel luglio 2019;
  • un finanziamento da €/000 11.276 che scade nel luglio 2018.

Al 31 dicembre 2015 il Gruppo dispone di una liquidità pari a €/000 101.428 e ha a disposizione inutilizzate €/000 205.000 di linee di credito irrevocabili fino a scadenza e €/000 129.537 di linee di credito a revoca, come di seguito dettagliato:


Al 31 dicembre
201
5

Al 31 dicembre
20
14

In migliaia di euro



Tasso variabile con scadenza entro un anno - irrevocabili fino a scadenza


20.000

Tasso variabile con scadenza oltre un anno - irrevocabili fino a scadenza

205.000

104.000

Tasso variabile con scadenza entro un anno - a revoca per cassa

110.537

99.037

Tasso variabile con scadenza entro un anno - a revoca per forme tecniche auto liquidanti

19.000

19.000

Totale linee di credito non utilizzate

334.537

242.037

Nella tabella seguente è rappresentato il timing degli esborsi futuri previsti a fronte dei debiti commerciali:

 

Entro 30 giorni

Tra 31 e 60 giorni

Tra 61 e 90 giorni

Oltre 90 giorni

Totale

In migliaia di euro



   

Debiti commerciali

237.152

91.384

18.928

32.900

380.363

Il management ritiene che i fondi attualmente disponibili, oltre a quelli che saranno generati dall’attività operativa e di finanziamento, consentiranno al Gruppo di soddisfare i propri fabbisogni derivanti dalle attività di investimento, di gestione del capitale circolante e di rimborso dei debiti alla loro naturale scadenza ed assicureranno un adeguato livello di flessibilità operativa e strategica.

Rischio di cambio

Il Gruppo opera in un contesto internazionale in cui le transazioni sono condotte in valute diverse dall’euro e ciò lo espone al rischio derivante dalle fluttuazioni nei tassi di cambio. A tal scopo il Gruppo ha in essere una policy sulla gestione del rischio di cambio con l’obiettivo di neutralizzare i possibili effetti negativi delle variazioni dei tassi di cambio sul cash-flow aziendale.

Tale policy prende in analisi:

  • il rischio di cambio transattivo: la policy prevede la copertura integrale di tale rischio che deriva dalle differenze tra il cambio di registrazione in bilancio dei crediti o debiti in divisa e quello di registrazione del relativo incasso o pagamento. Per la copertura di tale tipologia di rischio di cambio si ricorre in primo luogo alla compensazione naturale dell’esposizione (netting tra vendite ed acquisti nella stessa divisa estera) e, se necessario, alla sottoscrizione di contratti derivati di vendita o acquisto a termine di divisa estera oltre che ad anticipi di crediti denominati in divisa estera;
  • il rischio di cambio traslativo: deriva dalla conversione in euro di bilanci di società controllate redatti in valute diverse dall’euro effettuata in fase di consolidamento. La policy adottata dal Gruppo non impone la copertura di tale tipo di esposizione;
  • il rischio di cambio economico: deriva da variazioni di redditività aziendale rispetto a quanto pianificato annualmente nel budget economico sulla base di un cambio di riferimento (il c.d. “cambio di budget”) e viene coperto mediante il ricorso a contratti derivati. Le poste oggetto di queste operazioni di copertura sono, quindi, rappresentate dai costi e ricavi in divisa estera previsti dal budget delle vendite e degli acquisti dell’anno. Il totale dei costi e ricavi previsti viene mensilizzato e le relative coperture vengono posizionate esattamente sulla data media ponderata di manifestazione economica ricalcolata in base a criteri storici. La manifestazione economica dei crediti e debiti futuri avverrà dunque nel corso dell’anno di budget.

Coperture di flussi di cassa

Al 31 dicembre 2015 risultano in essere le seguenti operazioni di acquisto e vendita a termine (contabilizzate in base alla data di regolamento) rispettivamente su debiti e crediti già iscritti a copertura del rischio di cambio transattivo:

Società

Segno operazione

Divisa 

Importo in divisa

Controvalore in valuta locale (a cambio a termine) 

Scadenza Media




In migliaia

In migliaia


Piaggio & C.

Acquisto

CNY

58.700

8.315

29/01/2016

Piaggio & C.

Acquisto

JPY

225.000

1.700

13/01/2016

Piaggio & C.

Acquisto

SEK

1.000

109

29/02/2016

Piaggio & C.

Acquisto

USD

11.500

10.575

21/01/2016

Piaggio & C.

Vendita

CAD

640

434

29/01/2016

Piaggio & C.

Vendita

CNY

11.900

1.652

15/01/2016

Piaggio & C.

Vendita

GBP

650

879

30/03/2016

Piaggio & C.

Vendita

INR

506.000

6.969

10/01/2016

Piaggio & C.

Vendita

USD

5.650

5.151

29/01/2016

Piaggio Group Americas

Vendita

EUR

415

442

28/01/2016

Piaggio Vespa BV

Vendita

HRK

17.050

2.227

15/01/2016

Piaggio Vespa BV

Vendita

SGD

610

401

18/02/2016

Piaggio Indonesia

Acquisto

EUR

3.620

56.986.716

02/02/2016

Piaggio Indonesia

Acquisto

USD

128

1.820.070

15/02/2016

Piaggio Vehicles Private Limited

Vendita

EUR

1.645

119.895

23/02/2016

Piaggio Vehicles Private Limited

Vendita

USD

2.211

147.136

01/02/2016

Al 31 dicembre 2015 risultano in essere sul Gruppo le seguenti operazioni di copertura sul rischio di cambio economico:

Società

Segno operazione

Divisa 

Importo in divisa

Controvalore in valuta locale (a cambio a termine) 

Scadenza Media




In migliaia

In migliaia


Piaggio & C.

Acquisto

CNY

254.700

35.462

02/06/2016

Piaggio & C.

Vendita

GBP

7.240

10.516

19/06/2016

Alle sole coperture sul rischio di cambio economico viene applicato il principio contabile del cash flow hedge con imputazione della porzione efficace degli utili e delle perdite in una apposita riserva di Patrimonio Netto. La determinazione del Fair Value avviene basandosi su quotazioni di mercato fornite dai principali trader.
Al 31 dicembre 2015 il fair value complessivo degli strumenti di copertura sul rischio di cambio economico contabilizzati secondo il principio dell’hedge accounting è positivo per €/000 285. Nel corso dell’esercizio 2015 sono stati rilevati utili nel prospetto delle altre componenti del Conto Economico Complessivo per €/000 285 e sono stati riclassificati utili dalle altre componenti del Conto Economico Complessivo all’utile/perdita di esercizio per €/000 656.
Di seguito viene evidenziato il saldo netto dei cash flow manifestatosi nel corso dell’anno 2015 per le principali divise:

 

Cash Flow 2015

In milioni di euro 

 

Dollaro Canadese

5,4

Sterlina Inglese

26,2

Yen Giapponese

(5,7)

Dollaro USA

19,0

Rupia Indiana

22,6

Kuna Croata

2,8

Yuan Cinese1

(36,2)

Dong Vietnamita

20,4

Rupia Indonesiana

11,1

Totale cash flow in divisa estera

65,6

[1]flusso regolato parzialmente in euro

In considerazione di quanto sopra esposto, un ipotetico apprezzamento/deprezzamento del 3% dell’euro avrebbe generato, rispettivamente, potenziali perdite per €/000 1.915 e utili per €/000 2.033.

Rischio di Tasso d’Interesse

Tale rischio scaturisce dalla variabilità dei tassi d’interesse e dall’impatto che questa può avere sui flussi di cassa futuri derivanti da attività e passività finanziarie a tasso variabile. Il Gruppo misura e controlla regolarmente la propria esposizione al rischio di variazione dei tassi di interesse secondo quanto stabilito dalle proprie politiche gestionali, con l’obiettivo di ridurre l’oscillazione degli oneri finanziari contenendo il rischio di un potenziale rialzo dei tassi di interesse. Tale obiettivo è perseguito sia attraverso un adeguato mix tra esposizione a tasso fisso e a tasso variabile, sia attraverso l’utilizzo di strumenti derivati, principalmente Interest Rate Swap e Cross Currency Swap.

Al 31 dicembre 2015 risultano in essere i seguenti derivati con finalità di copertura:

Derivati a copertura dei flussi finanziari (cash flow hedge)

  • Interest Rate Swap a copertura del finanziamento a tasso variabile per nominali €/000 117.857 (al 31 dicembre 2015 in essere per €/000 10.714) concesso da Banca Europea degli Investimenti. La struttura prevede tassi fissi crescenti (step-up) con l’obiettivo di stabilizzare i flussi finanziari associati al finanziamento; dal punto di vista contabile lo strumento è contabilizzato con il principio del cash flow hedge con accantonamento degli utili/perdite derivanti dalla valorizzazione a fair value in apposita riserva di Patrimonio Netto; al 31 dicembre 2015 il fair value dello strumento è negativo per €/000 59; la sensitivity analysis sullo strumento ipotizzando uno shift della curva dei tassi di interesse dell’1% in aumento e in riduzione, evidenzia un potenziale impatto a Patrimonio Netto, al netto del relativo effetto fiscale, non significativo.

Derivati a copertura del fair value (fair value hedge e fair value option)

  • Cross Currency Swap a copertura del prestito obbligazionario privato emesso dalla Capogruppo per nominali $/000 75.000. Lo strumento ha come obiettivo la copertura del rischio di cambio e del rischio di tasso trasformando il prestito da dollaro americano ad euro e da tasso fisso a tasso variabile; dal punto di vista contabile lo strumento è contabilizzato con il principio del fair value hedge con imputazione a conto economico degli effetti derivanti dalla valutazione. Al 31 dicembre 2015 il fair value sullo strumento è pari a €/000 20.289. L’effetto economico netto derivante dalla valorizzazione dello strumento e del prestito obbligazionario privato sottostante è pari a €/000 -120; la sensitivity analysis sullo strumento e sul suo sottostante ipotizzando uno shift della curva dei tassi di interesse dell’1% in aumento e in riduzione, evidenzia un potenziale impatto a Conto Economico, al netto del relativo effetto fiscale, pari rispettivamente a €/000 78 e €/000 -74 ipotizzando tassi di cambio costanti; ipotizzando invece una rivalutazione e svalutazione dell’1% dei tassi di cambio, la sensitivity evidenzia un potenziale impatto a Conto Economico, al netto del relativo effetto fiscale, pari rispettivamente a €/000 -35 e €/000 37;
  • Cross Currency Swap a copertura dei finanziamenti in essere sulla controllata Indiana per $/000 10.545 (al 31 dicembre in essere per €/000 6.520) concessi da International Finance Corporation. Gli strumenti hanno l’obiettivo di copertura del rischio di cambio e del rischio di tasso trasformando il finanziamento da dollaro americano in rupia indiana e per circa la metà del valore nominale da tasso variabile a tasso fisso. Al 31 dicembre 2015 il fair value degli strumenti è pari a €/000 3.238. La sensitivity analysis sullo strumento e sul suo sottostante, ipotizzando uno shift della curva dei tassi di interesse dell’1% in aumento e in riduzione, evidenzia un potenziale impatto a Conto Economico, al netto del relativo effetto fiscale, rispettivamente di €/000 20 e €/000 -21 ipotizzando tassi di cambio costanti. Ipotizzando invece una rivalutazione e svalutazione dell’1% del tasso di cambio della rupia indiana la sensitivity analysis sullo strumento e sul suo sottostante evidenzia un potenziale impatto a Conto Economico, al netto del relativo effetto fiscale, rispettivamente di €/000 -1 e €/000 1;
  • Cross Currency Swap a copertura dei finanziamenti in essere sulla controllata Indiana per $/000 15.851 (al 31 dicembre in essere per €/000 12.122) concessi da International Finance Corporation. Gli strumenti hanno l’obiettivo di copertura del rischio di tasso e del rischio di cambio sul dollaro americano, trasformando il finanziamento da dollaro americano in rupia indiana. Al 31 dicembre 2015 il fair value degli strumenti è pari a €/000 2.654 La sensitivity analysis sullo strumento e sul suo sottostante, ipotizzando uno shift della curva dei tassi di interesse dell’1% in aumento e in riduzione, evidenzia un potenziale impatto a Conto Economico, al netto del relativo effetto fiscale, rispettivamente di €/000 2 e €/000 -2 ipotizzando tassi di cambio costanti. Ipotizzando invece una rivalutazione e svalutazione dell’1% del tasso di cambio della rupia indiana la sensitivity analysis sullo strumento e sul suo sottostante evidenzia un potenziale impatto a Conto Economico, al netto del relativo effetto fiscale, rispettivamente di €/000 -4 e €/000 4;
  • Cross Currency Swap a copertura del finanziamento in essere sulla controllata vietnamita per $/000 13.107 (al 31 dicembre in essere per €/000 11.276) concesso da International Finance Corporation. Gli strumenti hanno come obiettivo la copertura del rischio di cambio e parzialmente del rischio di tasso trasformando il finanziamento da dollaro americano a tasso variabile a dong vietnamita a tasso fisso fatto salvo una parte minore (24%) a tasso variabile. Al 31 dicembre 2015 il fair value degli strumenti è positivo per €/000 652. La sensitivity analysis sullo strumento e sul suo sottostante, ipotizzando uno shift della curva dei tassi di interesse dell’1% in aumento e in riduzione, evidenzia un potenziale impatto a Conto Economico, al netto del relativo effetto fiscale, rispettivamente di €/000 63 e €/000 -64 ipotizzando tassi di cambio costanti. Ipotizzando invece una rivalutazione e svalutazione dell’1% del tasso di cambio del dong vietnamita la sensitivity analysis sullo strumento e sul suo sottostante evidenzia un potenziale impatto a Conto Economico, al netto del relativo effetto fiscale, rispettivamente di €/000 -2 e €/000 2.

Al 31 dicembre 2015 risulta in essere sulla controllata indiana un Cross Currency Swap a copertura del finanziamento intercompany erogato dalla Capogruppo per €/000 5.000. Lo strumento ha come obiettivo la copertura del rischio di cambio e del rischio di tasso trasformando il finanziamento da euro a tasso variabile a rupia indiana a tasso fisso. In base ai principi sull’hedge accounting, tale derivato risulta essere classificato come non di copertura e pertanto valutato a fair value con imputazione a Conto Economico degli effetti valutativi. Al 31 dicembre 2015 il fair value dello strumento è pari a €/000 -890 La sensitivity analysis sullo strumento ipotizzando uno shift della curva dei tassi di interesse dell’1% in aumento e in riduzione, evidenzia un potenziale impatto a Conto Economico, al netto del relativo effetto fiscale, rispettivamente di €/000 14 e €/000 -15 ipotizzando tassi di cambio costanti. Ipotizzando invece una rivalutazione e svalutazione dell’1% del tasso di cambio della rupia indiana la sensitivity analysis sullo strumento e sul suo sottostante evidenzia un potenziale impatto a Conto Economico, al netto del relativo effetto fiscale, rispettivamente di €/000 -30 e €/000 31.

    

FAIR VALUE

In migliaia di euro

Piaggio & C. S.p.A.

Interest Rate Swap

(59)

Cross Currency Swap

20.289

Piaggio Vehicles Private Limited

Cross Currency Swap

Cross Currency Swap

3.238

2.654

Cross Currency Swap

(890)

 

Piaggio Vietnam

Cross Currency Swap

652

AddToAny

Ultimo aggiornamento: 27/05/2016 11:06