Ricerca e sviluppo

Anticipare le esigenze dei Clienti, creare prodotti innovativi dal punto di vista tecnico, stilistico e funzionale, perseguire la ricerca per una migliore qualità della vita costituiscono i terreni di eccellenza del Gruppo Piaggio, nonché i suoi strumenti per mantenere la leadership sul mercato.
Il Gruppo Piaggio sviluppa queste linee di indirizzo articolando le proprie attività in propri centri di ricerca e sviluppo dislocati in Italia, India, Vietnam, Stati Uniti e Cina.

In particolare, l’obiettivo primario del Gruppo Piaggio è soddisfare le esigenze più avanzate di mobilità riducendo l’impatto ambientale ed i consumi dei propri veicoli e garantendo al tempo stesso performance di eccellenza. Lo sforzo è costantemente rivolto a studiare e proporre veicoli sempre più avanzati in termini di:

  • ecologia; prodotti in grado di ridurre le emissioni di gas inquinanti e di CO2 sia nell’utilizzo in aree urbane sia nell’impiego extraurbano; questo risultato è ottenuto attraverso l’evoluzione della tecnica motoristica tradizionale (motori a combustione interna sempre più raffinati) ma anche mediante il maggiore utilizzo di fonti di energia rinnovabili e sostenibili;
  • affidabilità e sicurezza; veicoli che permettano ad un maggior numero di utenti di muoversi agevolmente nei centri urbani, contribuendo a ridurre la congestione del traffico, garantendo un alto livello di sicurezza attiva, passiva e preventiva;
  • riciclabilità; prodotti che minimizzano l’impatto ambientale alla fine del loro ciclo di vita utile;
  • economicità; veicoli con ridotti costi chilometrici di manutenzione e di esercizio.

Anche nel 2015 il Gruppo Piaggio ha continuato la propria politica volta al presidio della leadership tecnologica nel settore, destinando all’attività di R&S risorse complessive per 46,8 milioni di euro, di cui 31,4 milioni di euro capitalizzati nelle attività immateriali come costi di sviluppo.

 20152014
In milioni di euro
Capitalizzato Spese Totale Capitalizzato Spese Totale

           
Due Ruote 25,7 12,6 38,3 27,2 12,5 39,7
Veicoli Commerciali 5,8 2,7 8,5 4,6 2,0 6,6
Totale 31,4 15,4 46,8 31,8 14,5 46,3
             
EMEA e Americas 22,7 13,3 36,0 26,9 12,7 39,6
India 3,7 1,0 4,7 2,5 0,7 3,1
Asia Pacific 2W 5,0 1,1 6,1 2,4 1,1 3,5
Totale 31,4 15,4 46,8 31,8 14,5 46,3

Nel corso dell’anno il Gruppo Piaggio, per ottenere i migliori risultati ha concentrato gli sforzi in quattro campi di ricerca fondamentali:

  • miglioramento dei propulsori, ottimizzazione della termo-fluidodinamica motore, con particolare riferimento al processo di combustione, contenimento delle perdite organiche (attriti, pompaggi) miglioramento del rendimento del sistema di trasmissione CVT;
  • miglioramento dell’efficienza;
  • piacevolezza d’uso;
  • aumento della sicurezza.

Molte energie sono state anche rivolte allo studio dell’acustica e della timbrica motore tramite lo sviluppo di metodologie numerico-sperimentali per la progettazione di sistemi di aspirazione e scarico e componenti motore con emissioni acustiche contenute e gradevoli.

Miglioramento dei propulsori

Nel 2015 il processo di continuo miglioramento svolto sul motore 125 cc., ha portato al nuovo motore iGet aria 125 e 150, omologato Euro 4, che ha debuttato sul nuovo Liberty ABS 3V. Il progetto, finalizzato alla riduzione della rumorosità complessiva ed al miglioramento della guidabilità, ha consentito l’ottimizzazione del sistema di iniezione e del controllo motore.

Miglioramento efficienza

Lo sforzo maggiore nel 2015 è stato rivolto allo sviluppo di una nuova famiglia di motori denominata “iGet 4V Acqua”, disponibili nelle cilindrate 125 e 150cc. Dotati di iniezione elettronica, distribuzione a quattro valvole e radiatore calettato sul propulsore, possono adottare il sistema “Start & Stop”.
Conformi alla normativa Euro 4, sono il frutto di una filosofia di progettazione che pone al primo posto, tra gli obiettivi primari, nuovi e più avanzati livelli di qualità e di affidabilità.
Ogni componente, dallo scarico all’interno del coperchio della trasmissione fino al nuovo filtro aria, è stato studiato per rendere la guida fluida, silenziosa e confortevole e per allungare la vita del motore.
Lo studio è stato rivolto in primis alla riduzione degli attriti e in particolare a quelli della distribuzione.
Anche la rumorosità meccanica dei nuovi iGet è estremamente ridotta grazie alla riduzione dei giochi e alla ottimizzazione di materiali e forme.
L’installazione del radiatore a bordo motore riduce il peso complessivo del veicolo e i tempi di riscaldamento del propulsore, con vantaggi sui consumi e sulle emissioni a freddo.
La trasmissione è interamente riprogettata e adotta una cinghia a doppia dentatura di ultima generazione, per minimizzare le perdite passive, e una regolazione del cambio che migliora guidabilità, prestazioni e consumi.
La nuova centralina gestione motore, integrata con la parte di gestione dello Start&Stop (Regolatore, Inverter S &S, RISS), è stata sviluppata completamente da Piaggio.

Piacevolezza d’uso

Un esempio di applicazione della ricerca al miglioramento della piacevolezza d’uso è la nuova unità motrice per le Moto Guzzi V9 Roamer e V9 Bobber, sviluppata con l’obiettivo di elevare al massimo la coppia e l’elasticità, aspetti fondamentali per assicurare piacere di guida e divertimento su strada.
I cambiamenti hanno riguardato praticamente tutto, tranne il tradizionale schema a V90 trasversale. Oltre al basamento e all’albero motore, è stato ridisegnato il sistema di lubrificazione al fine di ridurre l’assorbimento di potenza. Nuove sono la pompa dell’olio a portata ridotta, adozione resa possibile dai nuovi getti olio di raffreddamento del pistone, dotati di valvola di controllo e gestione del flusso e la termodinamica, a partire dai valori di corsa e alesaggio. La distribuzione ha adesso le valvole inclinate per migliorare il rendimento volumetrico. Nuova è la centralina elettronica di gestione del motore e l’iniezione elettronica. Il propulsore è in linea con la normativa antinquinamento Euro 4.
Nuovo è il cambio a sei marce, precisissimo e morbido negli innesti, e la frizione monodisco a secco. La trasmissione finale mantiene lo schema ad albero cardanico.

Aumento sicurezza e comfort

Il 2015 ha visto un forte impulso nel settore, riassumibile nei seguenti punti:

  • ABS per scooter leggeri: il nuovo Medley, sviluppato nel 2015 e che sarà commercializzato nel corso del 2016, è dotato di serie di un impianto frenante a disco con sistema antibloccaggio ABS. Ciascuna ruota è dotata di un sensore e una ruota fonica per la misura della velocità angolari. La centralina elettroidraulica a 2 canali compara continuamente i due segnali e attiva il sistema ABS, qualora la variazione di velocità di una delle due ruote risulti anomala, scongiurando il bloccaggio e garantendo stabilità ed efficacia frenante anche su fondi a basso coefficiente d’attrito. Ma anche il nuovo Liberty 125 è dotato di ABS monocanale, novità assoluta soprattutto per i Mercati asiatici cui è indirizzata una versione specifica;
  • Traction Control per veicoli non dotati di Ride by wire, in abbinamento con ABS per massimizzare l’aderenza in accelerazione e frenata; il sistema è stato esteso a tutta la produzione Vespa > 50 cc., MP3, Beverly, X10; in particolare, nel 2015 è stato implementato sulla Gamma Moto Guzzi V7;
  • studio e sperimentazione di un sistema avanzato di sospensioni elettroniche semiattive ADD (Aprilia Dynamic Damping) e applicazione nella produzione di serie su Aprilia Caponord 1200;
  • estensione del Ride by wire a gran parte dei veicoli del Gruppo, inclusa la versione 500 di MP3 2014; consente l’adozione del Traction Control “by wire” in abbinamento con ABS, per massimizzare l’aderenza in accelerazione e frenata, e offre la gestione multimappa del motore per adattare l’erogazione di potenza alle condizioni di aderenza o di guida;
  • cruise control (basato su Ride by wire); disponibile sulle moto Aprilia e Moto Guzzi;
  • sistema APRC (Aprilia Performance Ride Control, basato su Ride by wire) su RSV4;
  • sistema Race ABS (solo per RSV4), studiato e sviluppato da Aprilia in collaborazione con Bosch per garantire non solo estrema sicurezza su strada, ma anche la migliore performance in pista;
  •  sospensione a precarico regolabile elettricamente, applicata su Piaggio X10 e su Aprilia Caponord in cui fa parte del pacchetto ADD (sospensioni elettroniche);
  • diffusione e ampliamento del sistema di info-mobilità Piaggio Multimedia Platform, basato su collegamento tra smartphone e veicolo via Bluetooth®, iOS e Android;
  • sviluppo ed installazione su Porter e Porter Maxxi del sistema di controllo elettronico della stabilità (ABS+ESC);
  • sviluppo ed installazione del sistema Child Lock su Porter versione VAN glass.

AddToAny

Ultimo aggiornamento: 06/05/2016 15:36