L’indirizzo del Gruppo è quello di coinvolgere i lavoratori e le loro rappresentanze nel perseguimento degli obiettivi aziendali e di instaurare con loro un continuo dialogo.

Il Gruppo Piaggio riconosce il ruolo delle Organizzazioni Sindacali e delle rappresentanze dei lavoratori e conferma la volontà di realizzare con esse un rapporto improntato all’attenzione, al dialogo ed alla ricerca dell’intesa; la verifica ed il continuo confronto sono infatti ritenuti elementi fondamentali per far emergere le migliori soluzioni rispetto alle specifiche esigenze aziendali.

L’indirizzo del Gruppo è quello di coinvolgere i lavoratori e le loro rappresentanze nel perseguimento degli obiettivi aziendali e di instaurare con loro un dialogo continuo. Le soluzioni e i comportamenti adottati nei diversi Paesi in cui il Gruppo opera si muovono in sintonia con il contesto sociale ed istituzionale, ma sempre coerenti con i principi di fondo e le esigenze complessive del Gruppo.

Piaggio rispetta la normativa del lavoro nelle diverse nazioni in cui opera. Il periodo minimo di preavviso in caso di modifiche organizzative di rilievo è in funzione del paese in cui il dipendente lavora e della legislazione locale che disciplina tale fenomeno.

Italia

Nel corso del 2020, il dialogo ed il confronto con le Organizzazioni Sindacali e con le rappresentanze dei lavoratori sono proseguiti con l’obiettivo di cercare soluzioni condivise per rispondere alle situazioni di mercato, per attuare le misure di contenimento rispetto all’emergenza pandemica da Covid-19, e per gestirne le conseguenze sui lavoratori. Il continuo confronto e la negoziazione collettiva hanno consentito di individuare strumenti gestionali condivisi, adeguati ad affrontare gli scenari di emergenza salvaguardando le competenze presenti in Azienda.  

Sono stati infatti costituiti nell’ambito delle singole sedi dei Comitati di controllo aziendale per la verifica dell’applicazione delle regole di contrasto e contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, con la partecipazione delle Rappresentanze sindacali aziendali e dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS).

Nel corso del 2020, a seguito dell’emergenza sanitaria causata dal coronavirus, è stato fatto ricorso all’istituto della Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria COVID e, nelle sedi di Pontedera, Noale, Scorzè e Mandello del Lario sono stati sottoscritti singoli accordi sindacali aziendali di incentivo alla risoluzione del rapporto di lavoro limitatamente ai lavoratori aderenti all’accordo stesso.

Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) ha validità in tutto il territorio nazionale. In caso di modifiche organizzative di rilievo vengono rispettate le indicazioni di legge e della contrattazione collettiva attinente. A dicembre 2019 è stata avviata la trattativa per il rinnovo del CCNL; il confronto interrotto a inizio marzo 2020 per l’emergenza Covid-19 è ripreso a settembre.

Per quanto riguarda la contrattazione di 2° livello, in data 23 gennaio 2020, a conclusione di una trattativa iniziata a fine 2017, è stato sottoscritto con le Segreterie Nazionali di settore, le Segreterie provinciali delle OO.SS e le RSU delle unità di Pontedera, Noale, Scorzè e Mandello del Lario un’ipotesi di accordo collettivo di 2° livello (c.d. integrativo) per le unità produttive in Italia con validità sino al 31 dicembre 2022, che è stato ratificato nel corso del mese di febbraio 2020 da un referendum tra i lavoratori.

Per quanto riguarda, inoltre, il sito di Pontedera, che si conferma come centro di eccellenza nell’innovazione, ricerca e progettazione e nella produzione di veicoli e motori, nel 2019 era stata sottoscritta una nuova intesa sindacale per il ricorso al Contratto di Solidarietà da ottobre 2019 a gennaio 2020.

Nella prima parte del 2020 sono state effettuate assunzioni di operai con contratto a tempo determinato nell’ambito degli stabilimenti per far fronte al picco produttivo.

Per quanto riguarda la sede di Scorzè, a dicembre 2019 era stato siglato presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali un accordo con le OO.SS. territoriali e la RSU per una ulteriore proroga dell’intervento di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria per riorganizzazione dal 9 gennaio 2020 e fino all’ 8 gennaio 2021.

Contestualmente era stata attivata una procedura per la riduzione collettiva del personale con la non opposizione dei lavoratori per n. 100 unità complessive con lo scopo di favorire una gestione non traumatica delle eccedenze strutturali.

Si segnala che il ricorso all’istituto della Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria ha determinato una temporanea sospensione dell’intervento della Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria.

Nell’unità produttiva di Mandello del Lario l’incremento lavorativo connesso al picco produttivo estivo è stato affrontato nel 2020 mediante il ricorso all’orario plurisettimanale contrattuale e alla somministrazione di lavoro.

Riportiamo di seguito la tabella riepilogativa dell’iscrizione alle diverse organizzazioni sindacali nelle sedi italiane (2018 – 2020):

Organizzazioni sindacali

Gli eventi di conflittualità aziendale sono in riduzione rispetto all’anno precedente (-43%); in particolare, il numero di ore perse per cause connesse a scioperi generali/di categoria è drasticamente diminuito, mentre gli eventi di microconflittualità aziendale, seppur con valori scarsamente significativi ed in linea con gli anni precedenti, sono in aumento rispetto al 2019 e perlopiù da ascriversi ad iniziative di una sola Organizzazione Sindacale.

Tutti gli eventi di microconflittualità aziendale risultano concentrati nella sede di Pontedera.

Di seguito la tabella riepilogativa delle ore perse per sciopero negli ultimi 3 anni nelle diverse sedi aziendali in Italia:

Ore perse per sciopero

A livello italiano è presente, altresì, un articolato quadro di valorizzazione del welfare aziendale, con un sistema di prestazioni finalizzate ad incrementare il benessere individuale e familiare dei dipendenti sotto il profilo economico e sociale. In particolare, per i dipendenti di Pontedera sono operative due convenzioni per il sostegno all’infanzia.

In generale, inoltre, un accordo sindacale nazionale ha istituito, dalla fine del 2011, un fondo di assistenza sanitaria integrativa (Métasalute) per il comparto metalmeccanico. L’adesione al piano è diventata automatica per tutti i dipendenti del Gruppo a partire da ottobre 2017.

Sono inoltre presenti delle agevolazioni/servizi legati alla salute dei dipendenti:

  • a Pontedera, presso il Centro medico aziendale, sono a disposizione dei dipendenti medici specialisti (oculista, ortopedico, pneumologo, dermatologo, otorinolaringoiatra) per l’effettuazione di visite specialistiche in orario di lavoro;
  • a Noale/Scorzè e Mandello del Lario sono previsti per tutti i dipendenti dei permessi retribuiti per visite specialistiche esterne all’Azienda e per analisi cliniche.

Infine, in tutte le sedi è possibile effettuare gratuitamente le vaccinazioni.

India

In India i sindacati sono strutturati su due livelli, un livello aziendale ed un altro territoriale/di area; tale struttura si replica anche nella consociata indiana, ove il sistema sindacale fa riferimento ad un comitato sindacale aziendale composto dai rappresentanti dei lavoratori di Piaggio e da un comitato centrale del sindacato, che di fatto è il livello gerarchico più alto, i cui membri sono decisi dal sindacato. Il comitato sindacale aziendale è composto da 8 membri eletti annualmente dai lavoratori. 

Nella consociata indiana si discute e sottoscrive periodicamente un contratto aziendale collettivo che è stato rinnovato a marzo 2018 con validità quadriennale.

Il 2020 è stato un anno in cui, l’impatto della pandemia sul business e sulla normativa, ha reso necessario uno sforzo notevole per adattare la produzione al complesso e mutevole scenario. Tale sforzo è stato facilitato dal dialogo costruttivo con le rappresentanze sindacali. A tal proposito si segnala che non ci sono stati scioperi nel 2020.

Nel 2020 le principali attività in ambito relazioni industriali si sono concentrate su:

  • il mantenimento dei livelli di produttività degli operai definiti dall’accordo aziendale. In funzione di tali indicatori sono stati stabiliti i livelli di manodopera collegati ai vari livelli di produzione;
  • l’ulteriore incremento della flessibilità reso necessario anche dal mutevole scenario pandemico ed ottenuto, oltre che dal già previsto e regolamentato utilizzo di manodopera temporanea flessibile, attraverso accordi specifici con le rappresentanze sindacali. Tali accordi hanno disciplinato le presenze e lo schema di turnazione anche al fine di adeguarli a modalità operative che consentissero il necessario livello di distanziamento sociale;
  • il mantenimento e miglioramento di un rapporto positivo e collaborativo con lavoratori e sindacati;
  • la garanzia del pieno rispetto della normativa in materia giuslavoristica (ad esempio in materia di assistenza sanitaria in conseguenza alla diffusione del Covid-19, di utilizzo dei nuovi schemi per la somministrazione e formazione di lavoratori temporanei, di prevenzione delle molestie sessuali sui luoghi di lavoro etc.);
  • il coinvolgimento dei lavoratori per migliorare il clima aziendale e, conseguentemente, la motivazione degli stessi dipendenti. In linea con questo approccio Piaggio ha svolto numerose attività di coinvolgimento dei propri dipendenti, tra cui ricordiamo, iniziative per il controllo e la prevenzione di malattie, sensibilizzazione su temi di salute e sicurezza, acquisto di libri ed uniformi per i figli dei dipendenti.

Vietnam

In Vietnam le funzioni delle rappresentanze sindacali a livello aziendale (individuate nell’ambito di un Company Trade Union Committee) sono di tutela dei dipendenti, di assistenza ai dipendenti per la comprensione di alcuni aspetti legati alla normativa del lavoro e alle politiche aziendali, oltre che di supporto in termini economici ad alcune iniziative aziendali a favore dei dipendenti. 

In particolare, il Trade Union Committee attualmente in carica, eletto a febbraio 2014 e costituito da 15 membri che dureranno in carica 6 anni, si è distinto nel corso del 2020 per aver sponsorizzato e sostenuto insieme all’Azienda una serie di eventi, finalizzati a migliorare il clima motivazionale dei dipendenti.

Nel 2020, a causa della pandemia da Covid-19, le attività si sono concentrate sulla prevenzione e contenimento del contagio.

In particolare, oltre alle iniziative specifiche di natura sanitaria (consegna di mascherine a tutti i dipendenti, disponibilità di disinfettante, attenzione particolare alla periodica pulizia del posto di lavoro), sono stati introdotti dei cambiamenti per disciplinare la presenza e lo schema di turnazione, al fine di garantire un adeguamento a modalità operative di garanzia del necessario distanziamento sociale (turni alternati, lavoro agile).

Nella seconda parte del 2020, invece, sono stati organizzati eventi ed iniziative specifiche, in continuità con gli anni precedenti, per aumentare lo spirito di cooperazione anche attraverso lo sport (torneo di football a livello aziendale).

Da segnalare che nel corso del 2020 non si sono registrati casi di sciopero. 

Share on...