Il Gruppo Piaggio opera a livello globale nel settore dei veicoli a due ruote (scooter e moto) e nel settore dei veicoli commerciali leggeri (sia a tre sia a quattro ruote).

Il Gruppo è leader europeo nel mercato delle due ruote e uno dei principali produttori di veicoli a tre ruote in India.

Quadro macroeconomico

Nel corso del 2019 la crescita economica globale ha evidenziato un modesto rallentamento attestandosi intorno al 3%. Tale andamento si delinea maggiormente nell’economia reale, con il coinvolgimento in particolare dei settori industriale e manifatturiero, che hanno risentito notevolmente delle tensioni commerciali tra USA e Cina; la disputa tariffaria inoltre, ha concorso, congiuntamente al fenomeno Brexit, ad un calo drastico degli investimenti.

L’economia americana ha decelerato, registrando tuttavia una crescita del 2,3% grazie alla spinta ricevuta dai consumi, che rappresentano oltre due terzi dell’attività economica. La crescita sia degli investimenti fissi delle imprese che delle esportazioni si è notevolmente attenuata, gli stipendi hanno iniziato a ridursi riflettendo la crescente rigidità nel mercato del lavoro, mentre l’inflazione si è stabilizzata.

Le due principali forze economiche asiatiche hanno segnato una battuta d’arresto: in Cina (+6,2%) gli investimenti e i consumi hanno risentito fortemente dell’incertezza scaturita dalla trade war; lo Yuan si è apprezzato sul Dollaro ma l’inflazione è cresciuta. In India il Pil si è ridotto (intorno al +5,8%), il taglio dei tassi di interesse da parte della Reserve Bank non ha ancora avuto effetto nell’economia reale a causa della stretta creditizia nel settore non finanziario, al contempo i consumi sono risultati in calo, gravati dal basso tasso di occupazione. La crescita economica giapponese si è stabilizzata (+0,9%); si sono attenuati gli effetti della politica monetaria espansiva e si è ridotta notevolmente la domanda interna, penalizzata dall’aumento delle tasse sui consumi.

L’economia dell’Eurozona ha chiuso il periodo in forte calo (solo+1,1% rispetto al +1,9% del 2018); il perdurare delle incertezze connesse a fattori geopolitici, alla crescente minaccia del protezionismo e alle vulnerabilità nei mercati emergenti ha indebolito il clima di fiducia, in particolare nel settore manifatturiero. In tale contesto, le spinte inflazionistiche sono rimaste comunque contenute e gli indicatori delle aspettative di inflazione hanno evidenziato un calo. Permane quindi la necessità di un significativo stimolo monetario per assicurare condizioni finanziarie favorevoli a sostegno della crescita.

Il PIL dell’Italia si è attestato intorno allo 0,2%, in deciso rallentamento rispetto al 2018. Le prospettive di investimento aziendali sono migliorate leggermente rispetto ad inizio anno, grazie in parte alla reintroduzione degli sgravi fiscali per le spese in conto capitale. La crescita è stata ancora una volta guidata dai consumi privati, sostenuti dall’aumento dell’occupazione e dall’introduzione del reddito minimo di cittadinanza; la componente estera netta ha fornito un contributo negativo per effetto del rallentamento delle esportazioni di beni e servizi e dell’incremento delle importazioni a seguito principalmente dalla crisi globale del commercio.

Due Ruote

Di seguito si riportano, relativamente ai mercati monitorati, i dati attualmente disponibili sull’andamento del mercato delle due ruote a motore (scooter e moto).

L’India, il più importante mercato delle due ruote, ha registrato un’importante inversione di tendenza nel 2019, chiudendo a meno di 18,6 milioni di veicoli venduti e mostrando un calo del 14,2% rispetto al 2018.

La Repubblica Popolare Cinese ha evidenziato ancora un decremento (-5,2%) con una chiusura a poco più di 6,5 milioni di unità vendute.

L’area asiatica, denominata Asean 5, ha segnato una lieve crescita nel corso del 2019 (+0,8% rispetto al 2018) chiudendo a oltre 13,7 milioni di unità vendute. L’Indonesia, il principale mercato di quest’area, ha mostrato un lieve incremento (+1,6% rispetto al 2018) con volumi complessivi di poco inferiori ai 6,5 milioni di pezzi. La Thailandia è risultata in lieve calo nel 2019 (1,7 milioni di unità vendute; -3,3% rispetto al 2018); la Malesia, ha registrato un importante aumento rispetto allo scorso anno (quasi 547 mila unità vendute; +15,9% rispetto al 2018). Nel 2019 sono invece risultate in calo le vendite in Vietnam (3,3 milioni di unità vendute; -3,9 % rispetto al 2018) mentre le Filippine hanno registrato ancora un incremento (1,7 milioni di unità vendute; +7,2% rispetto al 2018).

Il mercato dello scooter

Europa

In Europa il mercato dello scooter si è attestato nel 2019 a circa 689.000 veicoli immatricolati, con un incremento delle vendite dell’8,2% rispetto al 2018.

Nord America

Nel 2019 il mercato del Nord America ha evidenziato ancora una flessione (-3,8%), con 25.274 unità vendute:

Asia

Il mercato principale dello scooter nell’area Asean 5 è l’Indonesia che, con oltre 6,1 milioni di pezzi, ha registrato un incremento del 5,2% rispetto al 2018. Il segmento degli scooter automatici ha fatto registrare un’importante crescita nel 2019 (+5,5% rispetto al 2018 sfiorando i 5,7 milioni di unità vendute). Anche il segmento dei veicoli a marce (cub) è cresciuto lievemente nel 2019, chiudendo con un +1,1% a 459 mila unità.

India

Il mercato degli scooter automatici, dopo anni di crescita, ha mostrato un calo del 16,0% nel 2019, chiudendo a 5,8 milioni di unità.
La fascia di cilindrata predominante è quella dei 125cc che, con 5,7 milioni di unità vendute nel 2019, rappresenta il 97,7% del mercato totale degli scooter automatici. In forte calo il segmento di cilindrata 150cc (-38,7%), principalmente legato alle vendite dello scooter Aprilia SR 150, che ha chiuso a 21.389 unità nel 2019. Non esiste in India un segmento di scooter con cilindrata 50cc.

Il mercato della moto

Europa

Con circa 695.000 unità immatricolate, il mercato della moto ha chiuso il 2019 in crescita del 7,9%. Il segmento di cilindrata 50cc ha fatto segnare un andamento positivo (+15,0%) chiudendo a 38.629 unità. Il segmento di cilindrata over 50cc ha evidenziato una crescita del 7,5%, chiudendo a 656.808 unità.

Nord America

Il mercato moto in Nord America (USA e Canada) ha registrato un lieve incremento nel 2019 (+0,5%), chiudendo a 494.702 unità rispetto alle 491.997 dello scorso anno.

Asia

Il mercato moto più importante in Asia è l’India, che nel 2019, invertendo tendenza, ha immatricolato 12 milioni di pezzi con un calo percentuale del 12,9%. Il mercato della moto nell’area Asean 5 è molto meno significativo rispetto a quello dello scooter: in Vietnam non si registrano vendite significative del segmento moto; tra gli altri Paesi le vendite maggiori sono state registrate in Indonesia, che però, con 373 mila pezzi, ha mostrato una decrescita del 34,6% rispetto all’anno precedente.

Veicoli Commerciali

Europa

Nel 2019 il mercato europeo dei veicoli commerciali leggeri (peso totale a terra minore o uguale a 3,5 t), in cui opera il Gruppo Piaggio, ha proseguito il suo trend di crescita attestandosi a 2.115.650 unità vendute, registrando un aumento rispetto al 2018 pari al 2,8% (fonte dati ACEA). Entrando nel dettaglio si possono evidenziare gli andamenti dei principali mercati europei di riferimento: Germania (+6,9%), Francia (+4,5%), Italia (+3,4%), UK (+2,4%) e Spagna (+0,3%).

India

Il mercato indiano delle tre ruote e quello dell’LCV cargo con una massa inferiore alle 2 tonnellate, in cui opera Piaggio Vehicles Privates Limited, controllata da Piaggio & C. S.p.A., hanno mostrato i seguenti andamenti:

Share on...